martedì 18 agosto 2015

Come guardare gli aerei che decollano



Avete presente quei capitoli che cominciano con ragionamento che è quasi arrivato alla sua conclusione? Bene, pensate pure che quello che sto scrivendo sia la conclusione di un pensiero assillante della notte passata che mi ha tenuta sveglia durante le prime ore della mattina e che mi ha accompagnato fin qua, sul tavolo della biblioteca di questa università di questo paese in un giorno grigio ma afoso.



Prendete me, quindi, che sono per antonomasia quella che lascia le cose a metà o fa le cose a metà o che comincia le cose dalla metà. Prendete me, che dopo sei mesi qua non sono ancora andata alle cascate del Niagara e che se parto senza averle viste shame on me forever. Che nessuno sa, o meglio si lo sanno ma non vogliono pensarci, che tanto io torno qua e allora le cascate del Niagara posso visitarle anche tutti i fine settimana, il problema sarà magari passare un fine settimana a Parigi.


Non è un caso. Avete presente quando siete in aeroporto e siete arrivati con largo anticipo. Vi sedete davanti le vetrate a guardare gli aerei che decollano, quelli che stanno già rullando in pista e che presto o tardi arriveranno a destinazione mentre voi, probabilmente, state ancora seduti sul vostro sedile davanti la vetrata con davanti gli aerei che decollano e che arrivano dovunque prima di voi. L’attesa è  infinita e c’è il tipico ronzio dell’aria condizionata e il salone è completamente vuoto perché mancano due ore al vostro volo e siete in largo anticipo e se prendete un pezzo di croissant dalla busta che vi siete portati dietro, saprete che il crepitare della busta si spargerà per tutto il salone dove a intermittenza si sentono solo i tacchi delle hostess che vanno da qualche parte, su qualche aereo che decolla davanti la vetrata dove state seduti voi mentre loro arrivano e voi state ancora là, seduti.


Ecco, così è per me, oggi.

3 commenti:

  1. Ho scoperto da poco il tuo blog. Lo adoro e lo leggo sempre. Scrivi divinamente. Non so cosa tu faccia nella vita, ma ecco, un mio consiglio/imposizione: devi assolutamente fare la scrittrice. Devi, per l'umanità. http://quadernidalcaos.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Ho scoperto da poco il tuo blog. Lo adoro e lo leggo sempre. Scrivi divinamente. Non so cosa tu faccia nella vita, ma ecco, un mio consiglio/imposizione: devi assolutamente fare la scrittrice. Devi, per l'umanità. http://quadernidalcaos.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, ti mando un sorrisone e un abbraccio :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
- See more at: http://kaleidoscope90.blogspot.it/2013/05/blogging-pin-it-post.html#comment-form