sabato 9 novembre 2013

Un allenamento alla sorpresa

Sono giornate molto riflessive queste. Si passa la maggior parte del tempo a parlare del passato e a ricordare, non ci si rende conto del come e del perchè si sia arrivati a questo punto -anche buono oltretutto- senza neanche realizzare il fatto che nel mentre che lo pensiamo, noi stiamo cambiando.



Mai come in questo momento sono conscia del cambiamento. Lo so, lo sento, possiamo chiamarla crescita, la possiamo chiamare come vogliamo ma tra gli aperitivi serali, la battuta della mattina davanti le macchinette del caffè e un'analisi talmente lunga da permettermi il diletto della lettura anzichè dello studio, io l'ho sentito, il cambiamento.


Proprio per questo ho cacciato dal mio cassetto il post-it dove avevo segnato alcune considerazioni e c'era scritto: sorprenditi.



Ricordo di aver avuto un professore di inglese, tanti anni fa, in una vacanza studio in Scozia al quale mi ero molto legata e a cui scrivevo regolarmente fino all'inizio dell'università. Ho ritrovato il suo indirizzo mail e mi sono detta, seppur piena di reticenze e anche un po' timida visto il tempo trascorso, che perdere delle persone che lungo il percorso di vita sono state cosi' importanti solo per una stupida tendenza al lasciar passare è una cosa da quindicenni, non dalla Vero di oggi. Così gli ho scritto. Abbiamo tutti qualcuno a cui vorremmo inviare una mail o un messaggio ma la nostra mano si ferma poco prima del click che finalizza l'invio. Voi che dite?

Dovremmo osare piu' spesso, dovremmo allenarci a sorprenderci.
















22 commenti:

  1. Vero questo articolo mi sorprende. Mi sorprende perchè io dovrei allenarmi a sorprendermi. Sì.
    A guardare il mondo dalla giusta prospettiva.
    A premere quel maledetto click..
    Chissà, forse mi hai dato la spinta giusta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. You jump, I jump, diceva Leo Di Caprio (vedi un po' che citazioni anni '90)
      Quindi, prendiamoci per mano e saltiamo, che qua c'è bisogno di avere un po' di vertigini.
      Un bacio bella Manu :)

      Elimina
  2. Dopo un anno di sorprese, rivoluzioni e cambiamenti personali, mi posso dichiarare ufficialmente allenatissima.
    Serve un tutor? :)))

    RispondiElimina
  3. Ho sempre pensato che ai "grandi" manchi questo : la capacità di sorprendersi. Eppure basta poco.che ce vo'? :)

    Ps. ma sei una biologa/chimica/ scienziatapazza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahauh è vero, nasco biotecnologa muoio dottoranda

      Elimina
  4. Risposte
    1. 'nsomma, i consigli li so dare, a seguirli po...
      muaaah

      Elimina
  5. Bello questo post.
    Piacerebbe tanto anche a me scrivere a chi è rimasto all'esterno della mia vita. Ma non ho nessuno, mannaggia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora meglio così xD
      un bacio Misaaa

      Elimina
  6. Concordo. Non è il caso di lasciar passare le persone quando con poco le si potrebbero riprendere.

    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io poi sono una di quelle nostalgiche che le persone le deve tenere tutte vicine, almeno un pò

      Ciao Kylie :)

      Elimina
  7. Quel click andrebbe azzardato più spesso, perchè tentar non nuoce! Baci

    RispondiElimina
  8. Vero, stiamo cambiando, ma non sempre le cose che pensavamo di avere ci sono, non sempre quello che credevamo di diventare è arrivato... ma si va avanti e ci si allena a sorprendersi, ché almeno quello ci è rimasto... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci rimane che sorprenderci xD baci Sabiii

      Elimina
  9. Io mi sorprendo sempre in negativo. E non c'è mai fine :-)

    RispondiElimina
  10. Veroooo mannaggia che latito da troppo tempo. Hai fatto benissimo a mandare quella mail, anche io ultimamente ho rimesso a posto qualche tassellino...e fa gran bene! :-)
    Un abbraccione, bellissime le foto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto Bi, il tuo ultimo post è stato bellissimo, mi hai fatto proprio immedesimare senza parlare del fatto che mi hai ispirato.
      Muaaa

      Elimina
  11. mi hai fatto venire voglia di riprendere in mano fili abbandonati anni fa per... per.. per cosa?
    Appunto.
    Ma poi t'è piaciuto Oceanomare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, Baricco mi è antipatico ma Oceanomare è stato stupendo, non la smettevo di sottolineare

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
- See more at: http://kaleidoscope90.blogspot.it/2013/05/blogging-pin-it-post.html#comment-form